INTERIORS

Image Slider

18 dicembre 2014

Grafiche e tinte avvolgenti in un appartamento di 45 metri quadri

Ho trovato questi render di un appartamento di 45 mq su Homedit.com e ho subito pensato di postarli sul blog perché trovo che questo progetto sia delizioso. Il progetto è di uno studio russo che si chiama int2architecture (o almeno è quello che intuisco dall'url del sito perché è scritto in cirillico!), ed è del 2013. Lo spazio è gestito davvero bene sia per quanto riguarda la distribuzione che per i materiali scelti: sullo sfondo bianco/legno si alternano le grafiche e i colori a tinta unita dei tessili e delle piastrelle. La soluzione della camera da letto, schermata solo da un tendaggio e sopraelevata per ricavare dei cassetti, è perfetta per mantenere il senso di ariosità ed evitare la costruzione di un'ulteriore parete. Lo spigolo dell'angolo bar, tinteggiato con pittura lavagna, è un ulteriore tocco scenografico. Insomma, vorrei avercelo un appartamentino così!























12 dicembre 2014

Your room: progetto di una stanza singola

Oggi vi mostrerò il progetto che ho sviluppato per Sara, che mi ha chiesto una consulenza per la sua camera da letto singola. Dato che lo spazio si sviluppa in lunghezza (sono 2,5m x 4m, con porta e finestra sui lati corti), la mia proposta è stata quella di far convergere la visuale verso il punto di fuga, in cui è posizionato il letto, e disporre gli arredi sui lati lunghi senza che questi ingombrino l'area a disposizione. Le stesse pareti sono tinteggiate di blu carta da zucchero (RAL 5024), che oltre ad essere il colore preferito di Sara si mescola bene sia con la gamma dei grigi che con quella dei bianchi.
Che ve ne pare?







Per info su come richiedere una consulenza andate alla pagina Your Room!

P.S. Siamo al centesimo post, yay!
02 dicembre 2014

Janinge by Form Us With Love

Lo studio svedese Form Us With Love ha recentemente firmato Janinge, la nuova collezione di sedute prodotte da Ikea. Sono in tutto cinque, e sia per il design che per i materiali di cui sono composte (75% propilene e 25% fibra di vetro) sono adatte ai più svariati contesti sia indoor che outdoor. Il prezzo è ovviamente contenuto, per rispettare la filosofia Ikea. 



Foto di Jonas Lindström

Trovo che sia una bella iniziativa il fatto che un'azienda collabori con giovani designers del proprio Paese per rafforzare l'immagine stessa del marchio, soprattutto perché il risultato finale è un oggetto bello e accessibile a tutti, e per questo democratico. Promossi!



24 novembre 2014

The Wonderland Apartment

L'home tour di oggi vede protagonista un appartamento che si trova a Kaohsiung City, città taiwanese. I progettisti di House Design Studio hanno affermato di essersi ispirati alla palette cromatica dei macarons per questo interno fresco ed energetico, in modo da renderlo adatto alla personalità della proprietaria di casa. Sono rimasta davvero colpita dal risultato: i toni pastello rischiano sempre di avere l'effetto "confettino", che invece è stato scongiurato dal fatto che gli arredi sono pochi e ben scelti. E poi la trovo accogliente, voi che ne dite?











Foto di Hey! Cheese





16 novembre 2014

La cucina che vuoi: Arredaclick.com lancia il nuovissimo Kitchen Planner

Una delle cose più complesse in un progetto d’interni è gestire le “zone operative”, ovvero gli spazi in cui la componente tecnica è fondamentale per la buona riuscita del progetto stesso. In questa categoria è sicuramente presente la cucina, forse l’ambiente della casa che necessità di più attenzione poiché subisce un’usura maggiore, e deve quindi essere non solo bella ma anche di qualità. Ve lo ricordate Arredaclick.com, il sito di cui vi ho parlato qualche mese fa in questo post? Ecco, non solo vi permette di acquistare prodotti di altissima qualità senza spostarvi da casa, ma da oggi ha messo a disposizione di tutti voi un servizio aggiuntivo che vi consente di progettare la cucina personalizzandola nei minimi dettagli, fino agli elettrodomestici. Fino al verso di apertura delle ante.
Sono avanti.
Vi spiego come funziona illustrandovi il progetto che ho realizzato testando il planner, ovvero una cucina con isola.
Nella sezione "Cucina" del sito è possibile scegliere tra cucine monoblocco e componibili, e tra queste ultime visionare i modelli disponibili per scegliere quello che più ci piace. 


Sono in tutto 5, e per ogni modello è possibile esplorare le immagini con le varie combinazioni di materiali e finiture, in modo da farvi già una idea di cosa preferite. Io ho scelto il modello Sirio, e sono andata al planner cliccando su Progetta la tua Cucina. Nel caso in cui non abbiate bene in mente il disegno della vostra cucina, Arredaclick.com vi dà la possibilità di guardare molte composizioni demo che potete trovare nell'apposita sezione della pagina.
Il Kitchen Planner mette a disposizione tutte le tipologie e misure dei blocchi necessari per comporre una cucina: è quindi possibile personalizzarla sia nelle misure che nel design. 


Man mano che li scegliete, i blocchi saranno visualizzati nell'area adibita; nel mio caso vediamo il blocco a muro coi vani contenitori e gli elettrodomestici, e di fianco l’isola con fornelli, lavello e lavastoviglie (le "x" servono per cancellare le rispettive componenti se decidiamo che non vanno bene). 


Il planner dà anche una stima approssimativa del costo della composizione (senza finiture).
Il progetto è visualizzabile sia dall’alto che di fronte; sarebbe stata utile magari anche una vista assonometrica nel caso di composizioni ad angolo, ma è solo un suggerimento per uno strumento che funziona benissimo già così com'è.


Una volta “disegnata” la nostra cucina, basta cliccare sul tasto verde crea il tuo preventivo per andare a definire le finiture e il costo per ogni singolo blocco scelto. E qui secondo me sta l’innovazione di questo strumento, che consente una personalizzazione totale, fin nei minimi dettagli. Il preventivo si compone progressivamente, in modo da tenere sott’occhio i costi. 


Alla fine è possibile salvare il progetto e il preventivo ed eventualmente tornarci per modificarlo. Quando è tutto definito si può far partire il preventivo e procedere con l’ordine.
Il servizio di progettazione della cucina offerto da Arredaclick.com è davvero ottimo per varie ragioni: 
  • mette a disposizione tutti gli strumenti necessari per comporre la propria cucina; 
  • ha un vasto campionario di materiali e finiture, permettendo di personalizzare ogni singolo dettaglio per ottenere la soluzione migliore rispetto alle proprie necessità (maniglie, posizione delle cerniere, elettrodomestici ecc…); 
  • consente di fare queste operazioni da casa e in tutta calma, potendo ragionare bene anche rispetto al budget a disposizione. 

Ma soprattutto, e su questo punto non mi stancherò ma di scrivere, avrete la garanzia e la qualità di un prodotto Made in Italy.
Consigliatissimo!


10 novembre 2014

Home tour a San Sebastian

Vago spesso sul web a caccia di ispirazioni. Quando scelgo un interno da recensire mi chiedo sempre quanto e se può essere utile a voi che mi leggete, che siete appassionati di interior design o state cercando un'idea per la vostra casa. L'abitazione che vi mostrerò oggi, ve lo dico subito, è un'abitazione di lusso, sia dal punto di vista dell'architettura che da quello del decor. Finora mi è capitato poche volte di parlare di interni del genere perché sono abbastanza distanti dalla vita reale, ma a volte non posso fare a meno di notare dettagli che invece possono essere utili a molti, e che possono diventare uno spunto per dare carattere alle nostre case.
Questo appartamento si trova a San Sebastian, in Spagna, ed è stato curato dal'interior designer Mikel Irastorza. I toni dominanti sono il bianco delle pareti (e i colori pastello in alcune stanze) e il color miele del parquet. Molti muri presentano boiserie in gesso, che contribuiscono a dare un tono elegante all'insieme. Gli arredi sono in gran parte pezzi vintage e oggetti famosi di design storico e contemporaneo, mixati in modo omogeneo.


Questa è la visione d'insieme del soggiorno. Se entriamo nel dettaglio possiamo notare alcune cose che ci possono tornare utili anche quando non abbiamo tutto questo spazio a disposizione.


La cucina è piccola e a vista, e il bancone, in muratura, fa da filtro tra la zona operativa e la zona pranzo. Come potete vedere, non ci sono mobili se non quelli necessari.


La zona pranzo presenta un grande tavolo con sedute di design di diversa natura. L'effetto si può ricreare anche in spazi più piccoli perché la caratteristica in questo caso non è la dimensione del tavolo, ma la preziosità dell'insieme. La scelta della boiserie monocroma e della grande decorazione appesa al muro rende inutile la presenza di altri ingombri. Vi faccio notare che anche la scelta delle tende è fatta in un'ottica di continuità con le pareti.





Nel salotto possiamo vedere come una libreria double face posso fungere da piano d'appoggio e da separé, ed è una soluzione adattabile anche a spazi di dimensioni non eccessive nel caso si volessero diversificare le varie aree del living.


La camera da letto può essere di grande effetto scegliendo con cura pochi elementi. Al posto dei comodini si è scelto di mettere dei tavolini con lampade a sospensione, con un generale effetto di leggerezza. La testiera del letto è stata risolta con un' asse di legno a cui è stata applicata una leggera imbottitura, foderata di un tessuto in tinta con le tende. Lo specchio laterale, poi, amplifica lo spazio.



Infine il bagno, che presenta una soluzione perfetta per spazi piccoli perché fatta di pezzi dall'ingombro minimo. 
Allora, avete trovate anche voi degli spunti interessanti?

Immagini via Home Adore
24 ottobre 2014

Your Room: progetto di una zona living

Ho finalmente finito un progettino su cui ho lavorato negli ultimi tempi e ho deciso di farvi vedere il risultato: la richiesta era una consulenza su come arredare un soggiorno di 3,5 m per 5 m, che presenta un camino incassato. 


La mi proposta è quella di creare la zona relax attorno al camino con la scelta di ampi divani (visto che la metratura lo permette) posizionati in modo da non interrompere la visuale verso la finestra. La mancanza di "ostacoli" visivi orizzontali evita la sensazione di rimpicciolimento, che era una richiesta della cliente, ma allo stesso tempo ho suggerito di tinteggiare la parete di fondo con un colore che si armonizzasse col parquet in modo da fermare lo sguardo e non enfatizzare il senso della lunghezza. 



La parete opposta a uno dei due divani presenta il camino incassato: realizzando una sorta di mensola alla sua base si ottiene una superficie utile come piano d'appoggio per la tv, e sotto di essa uno spazio per riporre la legna. In questo caso è necessario che il camino abbia uno sportello in vetro ceramico per evitare disastri col fuoco, e di conseguenza il materiale con cui viene realizzato il ripiano va scelto opportunamente (io qui ho pensato ad una finitura in pietra grigia). 


I mobili contenitori sono lineari e sospesi; lo stesso criterio di leggerezza è stato adottato per la scelta dei tavolini. 


Anche i punti luce seguono la stessa logica: i lampadari sono di medie dimensioni e possono essere accostati per movimentare la zona relax, mentre le applique su uno dei due divani funzionano come luci da lettura poiché sono rivolti verso il basso. Una lampada da terra completa il set, e può essere utilizzata come fonte di luce soft all'occorrenza. 


Che dite, può funzionare? 

P.S. La pagina del servizio Your Room sarà pronta a breve. Stay tuned!

Arredi inseriti:
  • divani Remedy di Versus, design Antonio Scaffidi (da due e tre posti)
  • tavolini Twist Tables di 8000c, design Morten Flensted
  • lampadari a sospensione Haggas di Ikea
  • applique Kryssbo di Ikea
  • lampada da terra Biconica di Martinelli Luce, design Elio Martinelli
  • tenda a rullo